Come fare foto quasi perfette: le basi dell’esposizione

Come fare foto quasi perfette: le basi dell’esposizione

8 Luglio 2015 0 Di HW-Blog

 Le basi dell’esposizione per chi inizia a fotografare

Introduzione

L’esposizione è il processo che determina quanta luce raggiunge il sensore della nostra macchina fotografica, e sarà molto importante scegliere le impostazioni corrette, diaframma, iso e tempo di risposta, per non avere risultati pessimi e foto scure o bruciate.

Definizione

In fotografia l’esposizione determina il risultato dell’immagine scattata, quindi se sarà scura, chiara o correttamente esposta.

Per questo il triangolo dell’esposizione può aiutarci a stabilire il miglior settaggio, considerando che, aumentando/diminuendo un valore dell’esposizione anche uno dei due o entrambi andrà modificato come illustrato nella foto sotto riportata.
triangolo-esposizione_digitalpassion-basilicata Come fare foto quasi perfette: le basi dell'esposizione
In realtà la macchina fotografica potrebbe farlo in automatico spostando la ghiera nelle modalità Auto, P  (program), A o AV (priorità di diaframma), S, TV (tempo).

Ma..per ottenere delle foto con risultati professionali, solo la modalità M (manuale) è la più consigliata.

Iso, Tempo di scatto e Diaframma

Come abbiamo detto in base a come modifichiamo questi valori il risultato delle nostre foto sarà diverso.

Vediamo per ognuno di spiegare come funziona e come regolarlo.

  • ISO: la possibilità di rendere sensibile il sensore alla luce. Il valore minimo è 100 che garantisce foto di ottima qualità ma è necessaria un’ottima luce.

Il valore massimo dipende dalla reflex che abbiamo. Quelle professionali, come ad esempio la Canon 5D Mark III (max 25.600 iso), assicura ad ISO alti foto di buona qualità .

  • Tempo di Scatto: è il tempo che il sensore della macchina fotografica è esposto alla luce. In base al tipo di foto dobbiamo scegliere tempi bassi (immaginiamo di dover ritrarre un bambino o animali domestici) o tempi alti (per creare effetti particolari come ad esempio le strisce luminose, o per scattare foto in notturna).
  • Diaframma: ogni macchina fotografica ha un obiettivo, e la sua apertura e chiusura viene regolato dal diaframma, il cosiddetto f che può avere questi valori:

f/1 — f/1,4 — f/2 — f/2,8 — f/4 — f/5,6 —f/8 — f/11 — f/16 — f/22 — f/32

Quindi è un elemento meccanico all’interno dell’obiettivo che possiamo decidere di aprire (entrerà più luce con un f basso), se vogliamo un bello sfocato o di chiudere con un f alto per un bel paesaggio.

Accessorio utile

Un valido strumento che ci aiuta a misurare la quantità di luce in una scena è l’esposimetro. In commercio ce ne sono di vari modelli, prezzi e marchi.

Ne abbiamo sclelti due su amazon:

Sekonic L-208 Twinmate Esposimetro

Sekonic-L-208-Twinmate-Esposimetro--150x150 Come fare foto quasi perfette: le basi dell'esposizione

Illuminamento Luxmetro Digitale Professionale

Illuminamento-Luxmetro-Digitale-150x150 Come fare foto quasi perfette: le basi dell'esposizioneL’esposimetro ti darà solo dei dati che poi tu dovrai interpretare, e in seguito utilizzare per regolare la reflex e ottenere foto luminose (se è quello che vuoi).

Anche senza esposimetro puoi ovviamente scattare foto con un ottimo risultato, l’importante è applicarsi tanto e fare esperienza in diversi ambienti per capire come la luce modifica gli effetti degli scatti.

Conclusioni

  • esponi bene regolando iso, tempi di scatti e diaframma
  • studia gli effetti della luce sulle foto
  • l’esposimetro può aiutare
  • fai tanta pratica

 

Leggi anche