Recensione COMPLETA ENGWE EP-2, la Fat bike elettrica

ENGWE EP-2

8.9

Display

8.8/10

Prestazioni

8.9/10

Design

8.8/10

Qualità

8.9/10

Pro

  • Autonomia
  • Qualità
  • Motore
  • Prezzo

Contro

  • Parafango
  • Peso

ENGWE EP-2 è la Fat Bike elettrica Rivelazione 2020 che tutti vorrebbero: Recensione Completa

La recensione ENGWE EP-2, fat bike elettrica elegante di grandi dimensioni. Bicicletta fuoristrada elettrica con ruote grandi per qualsiasi tipo di strada, che sia sabbia, asfalto o sterrato.

Store Ufficiale: ENGWE

ENGWE è una società di Shenzhen fondata nel 2014, che progetta biciclette elettriche di alta qualità, eleganti e durevoli che si comportano in modo eccellente in una moltitudine di ambienti diversi. Il loro slogan è ‘Quello che vogliamo è farti avere un nuovo modo di divertirti guidando. Vediamo tutti i dettagli della bici elettrica ENGWE EP-2 nella nostra recensione.

In questa recensione vedrai le principali caratteristiche tecniche di una bici elettrica, nonché i suoi vantaggi e svantaggi.

Specifiche ENGWE EP-2

Tipo di motore: geared
Materiale del telaio: alluminio
Potenza: 500 W.
Tensione nominale: 48 V 2 A CC
Autonomia di crociera: fino a 60 km
Tipo di batteria: Li-ion rimovibile
Tempo di ricarica della batteria: 6 ore
Diametro della ruota: 20 ‘x 4’
Trazione: posteriore
Tipo di forcella: olio primaverile
Tipo di freni: disco meccanico
Numero di velocità: 7
Tipo di controllo: stick / assistente dell’acceleratore
Schermo: LCD
Carico massimo: fino a 150 kg
Capacità della batteria: 12,5 Ah
Velocità MAX: fino a 38 km / h
Deragliatore posteriore: Shimano
Peso: 29 kg
Dimensioni del prodotto (L x P x A): 167 x 167 x 52 cm

Nella Confezione

All’interno della scatola con la bici elettrica stessa troverai anche: due paia di batteria e chiavi di accensione, due telecomandi, documentazione in inglese, oltre a una batteria ricaricabile da 48V 10Ah e un caricabatterie da 2A.

Recensione-COMPLETA-ENGWE-EP-2-10 Recensione COMPLETA ENGWE EP-2, la Fat bike elettrica

Design e costruzione

Alcune persone desiderano biciclette da città compatte poiché occupano meno spazio. Ma ci sono persone che non si fidano delle piccole biciclette. Preferiscono avere una bici grande e potente che possa essere guidata anche in strada dissestate.

La prima cosa che salta all’occhio esaminando ENGWE EP-2 sono le grandi ruote larghe 20 pollici. La dimensione è di 20 x 4 pollici.

Inoltre, la bici elettrica ha un telaio massiccio e robusto, realizzato in lega di alluminio. Inoltre, le ruote stesse non sono a raggi, ma sono realizzate in una lega di alluminio, che conferisce una certa rigidità e sicurezza anche su strade dissestate.

Quasi tutte le bici hanno un meccanismo pieghevole e il modello ENGWE non fa eccezione. Il telaio della bici può essere facilmente ripiegato se necessario, risparmiando quasi la metà dello spazio delle sue dimensioni originali. In questo modo puoi trasportare facilmente la tua bicicletta nel bagagliaio anche di una piccola berlina.

Ma ovviamente, ENGWE EP-2 non sarà così facile da trasportare come, ad esempio, le e-bike più compatte e più piccole. Tieni presente, tuttavia, che la bici pesa circa 29 kg.

Recensione-COMPLETA-ENGWE-EP-2-3 Recensione COMPLETA ENGWE EP-2, la Fat bike elettrica

Il telaio ospita una batteria rimovibile, quindi non devi portare a casa l’intera bici ogni volta per ricaricare la batteria. In termini di capacità, la bici è dotata di una batteria da 12,5 Ah. In questo caso, una carica completa della batteria richiederà fino a 6 ore.

Recensione-COMPLETA-ENGWE-EP-2-4 Recensione COMPLETA ENGWE EP-2, la Fat bike elettrica

Motore

In termini di potenza del motore elettrico, ENGWE EP-2 utilizza un motore da 500 W. La velocità massima della bici raggiunge i 38 km orari.

La qualità costruttiva e la componentistica, sia meccanica che elettrica, sono di buon livello.

Recensione-COMPLETA-ENGWE-EP-2-5 Recensione COMPLETA ENGWE EP-2, la Fat bike elettrica

C’è uno schermo LCD da 4 pollici sul volante della bici. È facile da leggere anche con tempo soleggiato e mostra molte informazioni utili. Si tratta della velocità, della modalità utilizzata, del tempo di viaggio, dell’autonomia di crociera e del livello della batteria. Naturalmente, lo schermo stesso è protetto da acqua, polvere e gocce.

Recensione-COMPLETA-ENGWE-EP-2-6 Recensione COMPLETA ENGWE EP-2, la Fat bike elettrica

Inoltre è possibile accedere a un sotto menu per mettere a punto il controller in base al proprio stile di guida. È presente anche una porta USB per la ricarica dei gadget. Nell’area del carrello è presente un sensore magnetico, che consente di muoversi non solo sullo stick del gas, ma anche in modalità assistente.

Tra i dispositivi di illuminazione, c’è un proiettore con un punto luminoso sufficientemente luminoso e ampio. E la luce posteriore funziona allo stesso modo del faro della batteria di una bici elettrica, nella modalità delle dimensioni e della luce del freno. Sfortunatamente, non ci sono indicatori di direzione in questo modello.

Recensione-COMPLETA-ENGWE-EP-2-7 Recensione COMPLETA ENGWE EP-2, la Fat bike elettricaRecensione-COMPLETA-ENGWE-EP-2-8 Recensione COMPLETA ENGWE EP-2, la Fat bike elettrica

Utilizzo

Una bicicletta può percorrere circa 30-35 km con la pura trazione elettrica. Se pedali, l’autonomia aumenterà fino a 50-60 km. La ruota posteriore ha 7 marce del marchio Shimano, che consente di utilizzare la solita modalità di guida, come su una bicicletta, nonché, in tal caso, guidare fino alla presa più vicina per ricaricare.

Recensione-COMPLETA-ENGWE-EP-2-11 Recensione COMPLETA ENGWE EP-2, la Fat bike elettrica

La velocità massima che si può mantenere sulla trazione elettrica è di 38 km / h, se necessario, nulla vieta di accelerare usando i pedali. Durante i test, la velocità massima effettiva registrata dal localizzatore GPS è rimasta tra 33-35 km / h.

Da migliorare

Ad esempio, parafanghi apparentemente larghi e massicci in pratica si sono rivelati inefficaci nella protezione dall’acqua e dallo sporco, che è ancora più intensamente disperso in diverse direzioni dal battistrada del pneumatico fuoristrada.

L’ammortizzatore anteriore è di qualità mediocre, ma se combinato con pneumatici larghi a bassa pressione, l’e-bike supera gli urti e gli ostacoli abbastanza delicatamente.

Conclusione

Niente da dire sulla qualità dell’assemblaggio, sulla saldatura del telaio e sui materiali utilizzati.

Si può sicuramente affermare che se si passa a una bici elettrica fat bike da una normale bici elettrica, la prima volta che la si utilizza, si verrà travolti da emozioni positive. Probabilmente, qualcosa di simile può essere vissuto passando da un’autovettura a un SUV.

Offerte Attive

Leggi anche

Lascia un commento