Come scegliere l’alimentatore giusto del PC

Guida all’acquisto dell’alimentatore in base al reale wattaggio necessario

Spesso la scelta dell’alimentatore per il proprio PC è trascurata, scegliendo prodotti non adeguati al reale wattaggio necessario per l’utilizzo corretto del sistema.

Introduzione

Un alimentatore di scarsa qualità può causare instabilità del PC è la rottura dei componenti stessi. Vediamo con questa semplice guida come fare la giusta scelta.

Per prima cosa dobbiamo capire tutti i nostri componenti di quanti watt necessitano per il funzionamento del PC.

Questo dato ci permetterà di acquistare un alimentare che non sia sovradimensionato al reale carico richiesto.

Tool di calcolo

Per capire ogni componente quanti watt consuma, online sono disponibili dei tool che ci vengono in aiuto per identificare il miglior alimentatore per le tue esigenze.

Ne elenchiamo alcuni:

Adesso che sappiamo di quanti watt abbiamo bisogno, possiamo passare alla seconda fase, cioè valutare il tipo di utilizzo del nostro PC.

Il linea generica per un PC  base con una scheda video integrata o esterna ma di piccole dimensioni, un alimentatore di 350w/400w andrà più che bene.

Vedi:

Corsair VS350 CP-9020095-EU Alimentatore ATX/EPS, Serie VS, 350 W

Cooler Master MasterWatt Lite 400 400W ATX

Per il gaming

Le cose si complicano invece per un PC assemblato di alte prestazioni, per intenderci configurazioni gaming o uso professionale (grafica, editing.. ), infatti bisognerà scegliere un alimentatore non solo sufficientemente potente ma anche efficiente e che rispetti alcuni standard.

Il valore di efficienza di un alimentatore è importantissimo ed è espresso in percentuale, e viene identificato con dei bollini come questi:

bollini-80-plus Come scegliere l'alimentatore giusto del PC

 Con questa etichetta si certifica l’efficienza dell’80% come valore minimo.

Le altre tipologie di standard 80 Plus sono:

  • 80 Plus Bronze
  • 80 Plus Silver
  • 80 Plus Gold
  • 80 Plus Platinum
  • 80 Plus Titanium

Quale scegliere? Questo è un aspetto prettamente economico, infatti più è il valore di efficienza è alto tanto sarà più costoso l’alimentatore.

Ma ricordate che è inutile spendere tanti soldi per un alimentatore da 1000w se in realtà il vostro sistema ne richiede 600w.

Tra i migliori prodotti di questo genere gli Enermax e Corsair sono quelli da privilegiare, ma ci sono tanti produttori che sono specializzati in questo settore.

Vedi:

  1. Enermax MaxPro Plus80 Alimentatore, Potenza 600 Watt

  2. Corsair CP-9020091-EU Serie RMx Alimentatore ATX/EPS da 650 W

  3. Corsair CX450M CP-9020101-EU Alimentatore ATX/EPS, Serie CXM, 450 W

  4. Enermax EMP700AGT Alimentatore per PC da 700 watt

Modulare e Non Modulare, la differenza

Detto questo dobbiamo distinguere 2 tipologie di alimentatori:

Non Modulare, cioè ha tutto il blocco di cavi di alimentazione senza la possibilità di rimuovere quelli inutilizzati.

Vedi:

Corsair VS550 CP-9020097-EU Alimentatore ATX/EPS, Serie VS, 550 W

Modulare, invece da la possibilità di inserire solo i cavi necessari e quindi di organizzare e risparmiate tanto spazio nel case.

Vedi:

Enermax ERV850EWTG Alimentatore PC

Poi ci sono i diversi formati ATX, mini ATX, Micro ATX, SFX, che si differenziano per la dimensione.

Controllate sempre la compatibilità con scheda madre e case.

Ultima nota utile, verificate il livello di rumorosità della ventola e a quanti rpm gira a temperature elevate.

Tra i più silenziosi possiamo contare su:

be quiet! Pure Power 10 700W

L’alimentare è un componente molto importate, sceglilo con attenzione seguendo i consigli del post, Inoltre sarebbe utile optare per l’acquisto di UPS (detto anche Gruppo di continuità), che oltre a salvaguardare il PC da sovratensioni, assicura in caso di interruzione di corrente eventuali perdite o danneggiamento di file (Word, Excel, Jpg ecc..) e progetti lavorativi.

Offerte UPS-Gruppi Continuità

Leggi anche